Meccanismo produzione del cortisolo

Il cortisolo viene prodotto dai surreni,  di fronte a uno stato di stress, sotto stimolo iniziale dell’ipotalamo, (insieme all’adrenalina e noradrenalina), aumenta nel sangue per far si che gli apporti energetici non vadano a tutti gli organi ma solo verso quelli che devono reagire ad un attacco (cuore e cervello) e far fronte al pericolo nelle condizioni migliori possibili.
In condizioni di stress l’ipotalamo produce l’ormone CRH di rilascio di corticotropinache fa si che l’ipofisi produca l’ormone corticotropina ACTH-ormone adenocorticotropo, che a sua volta fa produrre ai surreni il cortisolo per il controllo dello stato di stress .
Quando il cortisolo è molto alto nel sangue blocca la produzione di CRH da parte dell’ipotalamo(CRH diminuisce nel sangue) e non stimola più la produzione di ACTH da parte dell’ipofisi(questa a sua volta blocca la produzione di ACTH ed surreni non aumentano più la produzione del cortisolo e la situazione si ristabilizza.

Quindi l’ACTH cresce sotto stimolo quando il cortisolo è necessario e diminuisce quando la produzione di cortisolo è elevata.

I sintomi del cortisolo alto sono stanchezza, riduzione delle difese immunitarie, tendenza all’obesità , una possibile ipofertilità, disturbi del sonno e una tendenza all’iperglicemia

Il cortisolo presenta ritmi circadiani, cioè varia in modo coerente nell’arco delle 24 ore e per una corretta valutazione di questo ormone non basta conoscere la sua concentrazione del mattino  nel sangue,  per avere un quadro utile è importante valutare come e quando varia nell’arco della giornata. Per avere questi dati il modo più semplice è fare il dosaggio su 4 prelievi di saliva ad ore stabilite .
Le cause non patologiche di questo innalzamento possono essere dovute ad uno stato di stress continuato a cui si è sottoposti, oppure a intensa attività agonistica, all’uso di farmaci antinfiammatori oppure se non si riconosce in nessuna di queste cose è opportuno controllare bene la funzione della Tiroide sia con analisi del sangue TSH,T3,T4 e colesterolo,glicemia, che con una risonanza magnetica per escludere l’eventuale presenza di un adenoma ipofisario. Anche il surrene andrebbe controllato con una attenta ecografia. Una volta escluse cause organiche rimane da condurre uno stile di vita che tenga sotto controllo lo stress.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *