Dove l’analisi dello spermiogramma non è sufficiente a spiegare l’infertilità

Nella diagnosi di infertilità maschile i test della funzionalità mitocondriale dovrebbero essere utilizzati indipendentemente o in aggiunta ai parametri classici dello spermiogramma. La motilità degli spermatozoi è una funzione importante, ma non l’unica, per la capacità fecondante, infatti non si devono sottovalutare anche la capacità di reazione acrosomiale e l’integrità della cromatina , tutte legate alla funzionalità dei mitocondri dello spermatozoo e valutabili con l’analisi del potenziale di membrana mitocondriale che aiuta a predire con più accuratezza la capacità dello spermatozoo di raggiungere l’ovocita e di penetrarlo.
Recenti studi hanno mostrato che è’ presente un’attività acrosinica significativamente più alta e un indice di frammentazione del DNA inferiore nei soggetti con potenziale di membrana mitocondriale moderato o alto rispetto a quelli con tale potenziale basso. La diminuzione del potenziale di membrana induce la sovrapproduzione di ROS, sostanze prodotte dallo stress ossidativo, correlate anche ad una maggiore frammentazione del DNA spermatico, e la diminuzione del contenuto di ATP , propellente per il movimento degli spermatozoi.
La funzionalità mitocondriale è necessaria per mantenere l’attività dell’acrosina dello sperma e l’integrità della cromatina e dare energia per il movimento dello spermatozoo.

Hum Repr Vol. 34 ,1 gen 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *