Sindrome di Klinefelter- 47,XXY

La sindrome di Klinefelter (47,XXY) è  una aneuploidia dei cromosomi sessuali, il fenotipo si presenta maschile e  presenta una frequenza in popolazione  di 1 su 1000 nati maschi.
I soggetti affetti da questa sindrome hanno 47 cromosomi, con un cromosoma X sovrannumerario (cariotipo 47, XXY).
La sindrome di Klinefelter può presentarsi  con un cromosoma X in più nel maschio o anche anche in mosaico: presenza di  cellule sia con cariotipo 46, XY sia con cariotipo 47, XXY; in tal caso le caratteristiche cliniche della sindrome sono attenuate.
Il maschio  Klinefelter presenta ipogonadismo (testicoli di dimensioni ridotte), bassi livelli di testosterone, mancata produzione di spermatozoi (azoospermia) e quindi sterilità; si evidenziano una statura superiore alla media e braccia di lunghezza sproporzionata rispetto al busto

Spesso la diagnosi viene posta solo in età adulta, nel corso di analisi eseguite per infertilità di coppia. Circa il 10% dei maschi azoospermici presenta questa sindrome.

La diagnosi si effettua con l’analisi del cariotipo  nei nati in caso di sospetto di tale sindrome o con la diagnosi prenatale per prevenzione

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *