Il Terzo Congresso Annuale della SIRU-Società Italiana Riproduzione Umana

RAZIONALE DEL CONGRESSO “TUTTA LA FERTILITÀ POSSIBILE”
Il 3° appuntamento annuale del Congresso Nazionale della Società Italiana della Riproduzione Umana (SIRU) avrà luogo dal 7 al 9 Novembre 2019 a Milano . La SIRU rinnova la sua vocazione ad integrare i vari mondi che orbitano attorno alla sfera della Riproduzione Medicalmente Assistita. Questa vocazione si traduce nell’approccio multidisciplinare sul piano delle competenze professionali: mediche, ostetriche, infermieristiche, psicologiche, sociologiche, antropologiche e ambientali, ciò promuove un atteggiamento di grande mobilità tra i vari temi affrontati, una continua oscillazione tra il piano umano e il piano scientifico con una particolare attenzione ai mezzi di comunicazione e divulgazione di massa. Consapevole della sua missione ambiziosa la SIRU propone l’approccio integrativo non solo nell’ambito delle conoscenze ma anche sul piano del territorio, attraverso i Congressi Regionali organizzati dai suoi 14 Comitati presenti su tutto il territorio italiano. Proprio sul territorio viene portata avanti l’analisi della sostenibilità del rapporto uomo – ambiente, con un’attenzione sempre più elevata all’ impatto dell’ambiente ostile sulla fertilità umana
I lavori del III Congresso portano un contributo di personalità riconosciute sul piano nazionale ed internazionale e rappresentanti della società civile, spaziando dalle problematiche della cittadinanza a quelle della riproduzione umana anche in chiave demografica, dalla salute riproduttiva nei pazienti oncologici fino ai possibili scenari futuri di sviluppo della PMA.
Dalla Scienza alla stesura delle linee guida
Ci saranno relazioni sull’OverDiagnosis e l’OverTreatment in PMA (ginecologia, andrologia, embriologia, genetica medica), tendenze divergenti rispetto all’Evidence Based Medicine, che hanno purtroppo portato distorsioni rispetto alle buone pratiche nel lavoro quotidiano, alla formazione di consuetudini, all’induzione di illusioni terapeutiche e aspettative irrealistiche.
Grazie al contributo dei soci, di medici consultoriali, ostetriche, docenti e professionisti del settore il convegno si focalizzerà l’importanza della comunicazione medico-paziente e all’interno dei gruppi di lavoro, sul counseling, sulla divulgazione medico-scientifica, sull’affermazione di nuovi linguaggi ed infine sullo sviluppo di una nuova cultura del dono. Si succederanno contributi importanti nell’ambito della salute ambientale e della fertilità con la presentazione del Progetto FAST (Fertilità, Ambiente, Stili di vita) come strumento di prevenzione dell’infertilità maschile. Inoltre verranno presentati studi sugli esiti ostetrici, neonatali e pediatrici nelle aree ad alto rischio di inquinamento. Il Congresso dedica costantemente un ampio spazio ai giovani con una intera sessione a loro riservata, mentre nelle presentazioni orali e negli approfondimenti di interesse specifico gli “old topics” sono stati affidati spesso alle “new voices”. Il terzo giorno del Congresso propone in mattinata contenuti scientifici orientati a definire ruoli e vie di miglioramento del successo riproduttivo, seguiti da un ampio spazio dedicato al dibattito sugli argomenti di più urgente interesse della nostra Società, oggi alle prese con la ricerca continua delle buone pratiche, ma soprattutto con la stesura delle Linee Guida Nazionali sulla PMA e con la proposta di una nuova Legge sulla Riproduzione Medicalmente Assistita. Vengono approfondite le ragioni, le responsabilità e le opportunità della stesura delle Linee Guida Nazionali , basate sull’ adattamento delle linee guida NICE alla realtà italiana. Siamo felici di avervi numerosi come compagni di questo viaggio nell’Italia della PMA: dal Centro (Roma 2017) al Sud (Catania 2018) per poi risalire al Nord (Milano 2019), abbracciando con questo percorso tutte le realtà della PMA in Italia.